martedì 28 febbraio 2012

PATÉ DI SALMONE E POLENTA BIANCA- SALMON PATÉ AND WHITE POLENTA

                                             

                                                Scroll down for English version

Siamo tornati dal viaggio in Marocco, siamo tornati da un’altra esperienza  e ci siamo portati a casa tanti ricordi, tante foto , tanti volti, tanti colori…MA non ho dimenticato il mio appuntamento fisso con l’MTC, è un’occasione troppo ghiotta ogni mese . Quando la vincitrice del mese scorso , Bucci, ha proposto “IL PATE’” la cosa mi ha un po’ gettata nello sconforto, mai fatto un patè in vita mia, degustato qualche volta, il più famoso al foie gras non lo amo, anzi lo evito, quindi idee sotto ai piedi. Ieri mattina mi sono svegliata con l’intenzione di provarci comunque ed essendo raffreddata è stato subito chiaro che avrei fatto il patè con quello che avevo in casa e così è stato.
Il grazie ad Ale e Dani e Bucci questo mese è grandissimo…. Mi avete dato la possibilità di fare il mio primo patè, capirne la differenza con una terrine o una mousse, mi avete permesso di creare una nuova idea per un antipasto veloce e gradevole , mi avete fatto capire che provare ogni mese a sfidare sé stessi e i propri limiti si può e che soprattutto dà grandi soddisfazioni.
Gli ingredienti usati sono visti e rivisti, non c’è nulla di originale, neanche l’uso delle formine lo è, ma che dire??? A me il mio primo patè è piaciuto tanto e lo riproporrò senza dubbio quando darò una cena a base di pesce o una cena in piedi .
Con questa ricetta partecipo all’MTCdi febbraio.



PATÉ DI SALMONE E POLENTA BIANCA

Per 12 formine

250 gr di salmone fresco
50 gr di burro morbido a temperatura ambiente
2 cucchiaini di Grand Marnier o
Scorza di ½ arancia grattugiata
¼ cucchiaino di aneto
Sale
90 gr polenta bianca
360 gr di acqua

Cuocete il salmone a vapore per  10 minuti. Mettetelo poi a tocchetti in un recipiente con il burro, la scorza di arancia, il Grand Marnier e l’aneto e frullate bene . Aggiustate di sale e riempite per 2/3 degli stampini imburrati e fate riposare in frigo.
Nel frattempo preparate la polenta mettendo l’acqua a bollire con un pizzico di sale e aggiuntete a pioggia la polenta, cuocete per circa 25 minuti mescolando spesso con un cucchiaio di legno. Fate raffreddare leggermente e versate la polenta negli stampini con il patè. Fate raffreddare 10 minuti e rimettete tutto in frigo a rassodare. Al momento di servire passate gli stampini 15 minuti in freezer e poi per sformarli passateli velocemente in acqua bollente e rivoltateli sul piatto di presentazione e servite .






English version

We are back from Moroc full of memories, emotions, pictures, colors …I’m going to tell you Tomorrow. Today is the last day for February-MTC so yesterday even if tired from the flight I prepared my first “PATÉ”, that’s different from terrines and mousse. To be a patè, the meat or fish or vegetable must be cooked and mixed with butter or cream, not whipped…just mixed. I thought it was difficult to prepare a patè…but it isn’t and that’s so easy and tasting that for a nice or formal dinner is ideal.



SALMON PATÉ  AND WHITE POLENTA

For 12 molds

250 g of fresh salmon
50 g butter, softened at room temperature
2 tablespoons Grand Marnier
Grated zest of ½ orange
¼ teaspoon dill
salt
90 g white polenta
360 g of water

Cook the salmon to steam for 10 minutes. Then place it into pieces in a bowl with the butter, orange zest, Grand Marnier and dill and mix well. Season with salt and filled to 2/3 of the buttered molds and set aside in the refrigerator.
Meanwhile, prepare the polenta putting water on to boil with a pinch of salt, when boiling add polenta, cook for about 25 minutes, stirring frequently with a wooden spoon. Let cool slightly and pour the polenta into the molds with the patè. Let cool 10 minutes and put everything in the fridge to harden. When ready to serve past the molds in the freezer for 15 minutes and then pass them to transform them quickly in boiling water and  sform on plate presentation and serve.
Hugs

         Flavia 

29 commenti:

  1. Ma che carini i pesciolini di patè ... ma lo sai, invece, che ho scoperto, grazie a te, che mio figlio gradisce il salmone? Mi tocca fare un giro da quelle parti, perchè ho finito la scorta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io ho finito la scorta e devo provvedere...quando vuoi io sono qui!

      Elimina
  2. MI piace assaissimo! E quasi quasi faccio il tifo per te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ...e ricambio il tifo per te :D

      Elimina
  3. e io che pensavo che avresti fatto un paté marocchino!!! :))))
    troppo forte mi piace un sacco, non sarà originale come tu dici l'uso delle formine ma a me piace sempre tanto.
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il piatto Marocchino lo farò.... quando avrò il piatto ahahahahhahaahahahah
      Ma a breve una ricetta già ce l'ho in mente

      Elimina
  4. Piace assaissimo anche a me!!!!!
    Proprio tanto
    Bacisssssssssssimi
    Dani

    RispondiElimina
  5. Ciao friend!Io non avrei proprio saputo come fare .. bravissima, questa versione dev'essere squisita, altro che foie gras :) Mille baci tivibi

    RispondiElimina
  6. Uffi!!!! Blogger mi sta facendo tribulare anke oggi con i commenti che non pubblica!
    Rifo.
    Ero in pensiero, ma tanto tanto, sapevo che eri in viaggio ma QUI ti aspettavo.... all'MTC!!!
    Salmone, polenta .... FANTASIA! QUESTO è un altro dei paté che devo provare a fare!
    Devo essere sincera ma temevo una *contaminazione* arabeggiante con strane spezie irreperibili sul suolo Italico ma..... San Fiumicino mi ha fatto la grazia!
    Buona giornata
    Nora

    RispondiElimina
  7. A me sembra tutto nuovo di zecca, perchè come te non sono solita farlo.... belissimissime le formine "pesciolose" :)

    Un bacione

    RispondiElimina
  8. elliiiii bentornataaaaaa!!! vogliamo le fotoooo :) che pateone!! carinissima l'idea delle formine :) un bacio

    RispondiElimina
  9. Sei tornata dalla vacanza girellona! Ma ti aspettavo al varco...mi sembrava strano che skippassi questo appuntamento, e puntualmente hai tirato fuori l'armamentario pesante, eh? Fantastico il salmone con la polenta bianca e delizioso servirlo "in forma". Sono troppo curiosa di sapere cosa tirerai fuori dal tappeto volante che ti sei portata dietro al tuo prossimo post!
    Un abbraccione, Pat

    RispondiElimina
  10. Grandeeeeee! Bellissimo con le formine! Te lo coppio e lo faccio L'1 aprille!
    Anche se devo dire che non ho ancora mai trovato la polenta bianca.
    Non dirmi però che le hai pressi in Marocco quei pesciolini?

    besos!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no cara Mai, la polenta bianca l'ho comprata a Venezia, ma direi che la trovi senza problemi lì da te..chiedi alla MApi!!!! Le formine le ho prese a Bologna qualche annetto fa :D , ma troverai anche queste :D

      Elimina
  11. che delizia....davvero graziosi quest pesci!!!

    RispondiElimina
  12. Sono contenta che anche tu ti sia ricreduta, come tanti altri che erano caduti nello sconforto sapendo che la sfida sarebbe stata sul paté. In fondo io speravo proprio in questo, speravo di dare nuova vita a questa preparazione che spesso vive nei pregiudizi. Grazie a voi!!!
    Il tuo paté è ottimo, la scorza d’arancia e il Grand Marnier aggiungono la freschezza necessaria al salmone, mi piace!! Le formine a pesce sono old style ma sempre graditissime! E la polenta bianca è un’idea fantastica!
    Brava, aspetto racconti e ricette dal Marocco.
    bacio bacio, Bucci

    RispondiElimina
  13. Ma che bella idea con quelle formine!Carinissimi da vedere questi pesciolini e sicuramente ottimi da gustare!Ciao

    RispondiElimina
  14. ogni mese una sfida con noi stessi e tante cose nuove da imparare, ci sei riuscita benissimo con questo patè leggero e gustoso, e anche molto bello con quelle formine! :-)

    RispondiElimina
  15. Flavia, l'idea del salmone con la polenta bianca mi piace un sacco... Mi sa che provo l'accoppiata :-)
    Un bacione e aspetto il resoconto del tuo viaggio.....

    RispondiElimina
  16. Flavia, l'idea del salmone con la polenta bianca mi piace un sacco... Mi sa che provo l'accoppiata!!!
    Un bacione e aspetto il tuo resoconto sul Marocco... ;-)

    RispondiElimina
  17. Carissima, che bonta' questo pate' e che bell'aspetto, bravissima!

    RispondiElimina
  18. complimenti, sono bellissimi quei pesciolini...e chissà quanto son buoni!!

    RispondiElimina
  19. mai fatto nemmeno io, la polenta? quella sempre!
    ma ora lo voglio provare, fra tanti pate' che leggo, grazie all'mtc, il tuo mi ispira molto (senza nulla togliere agli altri)
    sara' per il salmone, sara' per la polenta, sara' per i simpatici stampini (anche l'occhio vuole lal sua parte lo sappimao!)
    chissa' se lo provero'! mi sa mi sa!

    RispondiElimina
  20. Davvero buoni e belli un tutt'uno.Brava.
    Un abbraccio e buona giornata.

    RispondiElimina
  21. Per essere il tuo primo patè direi che sei andata alla grande! Complimenti.

    RispondiElimina
  22. Welcome back from your holiday!!! I can't wait to see your photos :) Thanks for sharing the definition of pate...I didn't know that. And it looks wonderful! xo

    RispondiElimina
  23. Squisito questo patè! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  24. La ricetta del patè di salmone l'ho già copiata, nel frattempo, se hai un attimo di tempo, passa da me che ho un pensierino.
    Ciao, Sara

    RispondiElimina
  25. Flavia those fish molds are so beautiful, i wouldn't dare to eat them :) wonderful good weekend!!

    RispondiElimina